Vecchio marketing addio: 5 mosse per un’efficace campagna di lead generation

Lead Generation Nuvolab Noonic

Noonic è una realtà giovane, dinamica e internazionale che fa parte della tribù dei Rainmakers di Nuvolab. Consulenza strategica digitale e supporto alle aziende nel processo di Digital Transformation sono il suo pane quotidiano. In queste pagine ospiteremo tre interventi degli esperti di Noonic che racconteranno in modo semplice tre frontiere dell’economia digitale: cominciamo con la Lead generation, seguiranno le potenzialità del mondo Voice app e infine la tecnologia Blockchain. Buona lettura!

 

Il passaggio dal marketing “tradizionale” a marketing digitale è un passaggio scontato da diversi anni, ma non è ancora così banale parlare di lead generation ben studiata ed integrata in tutto il processo di vendita dell’azienda.

In sostanza è come abbandonare la pesca a strascico, che va a “colpire nel mucchio”, per cominciare a usare una piccola esca in grado di attirare solo i pesci di una determinata tipologia misura, anche facendoli arrivare da zone di mare lontane.

 

La metafora (forse un po’ ardita) serve a spiegare la differenza tra il marketing tradizionale e la lead generation. È questo l’approccio utilizzato da Noonic, società di consulenza per l’innovazione di processi e servizi, marketing digitale e sviluppo software, parte della Tribù dei rainmakers di Nuvolab.

 

«Non è solamente un fatto di strumenti diversi, ma è la filosofia di fondo ad essere nuova – spiega Nicola Possagnolo, co-founder di Noonic –. Seguendo il vecchio modello si va a “colpire nel mucchio”: inserzioni sui mass media, affissioni, proposte che rincorrono un pubblico generalista, ma in cui la conversione è minima. La lead generation procede in senso opposto: si definisce il potenziale cliente target, si studia il contenuto più adatto per raggiungerlo, in modo che sia quest’ultimo, seguendo i suoi interessi, a raggiungerci».

 

Noonic: lead generation in 5 passi

Noonic ha sviluppato una piattaforma e un processo collegato che permettono di creare una campagna con l’unico obiettivo di generare lead qualificate, ovvero potenziali clienti davvero interessati al prodotto. Di fatto Noonic ha accompagna per mano i suoi clienti che hanno bisogno di costruire o migliorare i propri funnel di acquisizione clienti on-line. Come lo fa?

 

1) La tecnologia e i team di Noonic creano, ottimizzano e posizionano contenuti e inserzioni sui più importanti canali digitali

2) Gli utenti effettuano ricerche online su un tema di loro interesse, leggono gli articoli scritti da Noonic o vedono le loro inserzioni, email o messaggi. Alcuni di loro proseguono compilando uno dei moduli di contatto disegnati ad hoc, lasciando i loro dati

3) Noonic verifica i dettagli per essere certa che le informazioni inserite siano valide

4) I contatti dei lead – gli utenti potenzialmente interessati al prodotto o al servizio di cui si occupa il cliente – sono trasferiti dalla piattaforma Noonic al team commerciale del cliente, attraverso una procedura automatica o un software CRM, attraverso il portale del cliente o via email

5) Il team commerciale del cliente contatta i prospect, i potenziali clienti, discute i loro bisogni e passa alla fase di conversione, vendendo loro il prodotto

 

«Con la lead generation, l’ufficio commerciale può dedicare meno tempo alla ricerca dei prospect, e concentrarsi nel chiudere i contratti – spiega Possagnolo –. I nostri lead sono già altamente qualificati, hanno già fatto ricerche su quello specifico tema e sono pronti a spiegare quel che cercano e a ricevere proposte. Così i commerciali possono fare ciò che gli riesce meglio».